IL MUSEO

Il Museo della Tecnica Elettrica (MTE) racconta l’affascinante storia delle più importanti scoperte scientifiche e delle invenzioni legate allo studio dell’elettricità dalle origini ai giorni nostri.

In uno spazio di 5.000 metri quadrati sono esposti più di 7.000 oggetti, pezzi unici e originali provenienti da alcune delle più importanti collezioni italiane industriali e scientifico-didattiche (Enel, Sirti e Università di Pavia). Il percorso è caratterizzato dalla presenza di oggetti di grandi dimensioni particolarmente significativi nella storia della scienza elettrica e dei cambiamenti che essa ha comportato nella vita quotidiana. Il Museo conserva ad esempio un alternatore proveniente dalla centrale elettrica di Paderno d’Adda, un tram della città di Milano, un acceleratore di particelle, un generatore eolico e Eta Beta, un generatore di fusione nucleare frutto di un importante progetto scientifico italiano.
Nel percorso è esposto anche un esemplare originale di macchina Enigma che, pensata per proteggere dallo spionaggio industriale brevetti e progetti, divenne un sistema di comunicazione criptata utilizzato dai principali stati maggiori degli eserciti novecenteschi, compresi quello tedesco, giapponese e statunitense. Protagonista di libri, film di spionaggio, serie televisive, Enigma è nota soprattutto per il contributo che il matematico Alan Turing diede nel decifrare le comunicazioni naziste durante la Seconda guerra mondiale.

All’interno del Museo è possibile sperimentare il funzionamento di alcuni oggetti e osservarne da vicino i particolari, scoprendo così i principi che stanno alla base delle prime lampade ad arco, dei telegrafi e dei telefoni, dei dispositivi a supporto della scienza medica, dell’evoluzione degli elettrodomestici, fino alla rivoluzione digitale.
Dal 2021 anche il deposito è aperto al pubblico che potrà così apprezzare una collezione di centinaia di oggetti di uso comune che hanno segnato l’evoluzione della tecnica elettrica applicata alla fotografia, alla musica, all’informatica, oltre a sezioni di approfondimento dedicate a turbine idrauliche, veicoli elettrici, centrali telefoniche e apparecchiature militari.

Il Museo della Tecnica Elettrica fa parte del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pavia che comprende tutte le collezioni museali universitarie. Sono aperte al pubblico: Kosmos il Museo di Storia Naturale recentemente riallestito, l’Orto Botanico fondato nel 1773, il Museo di Storia dell’Università che ospita il Gabinetto scientifico di Alessandro Volta. Per maggiori informazioni http://musei.unipv.eu/

 

> La collezione

> La biblioteca