sezione tre

L’elettricità per tutti

 

Nella prima metà del Novecento le centrali per la produzione di elettricità aumentano di numero e di dimensioni, mentre le reti di trasmissione si diffondono in tutta Europa.

I motori elettrici sono sempre più frequentemente impiegati nell’industria per azionare le macchine.

A metà del secolo circa metà della popolazione del continente possiede l’illuminazione elettrica in casa, ma sono pochi a possedere frigoriferi e lavatrici.
 
 
Si sviluppano nuovi tipi di illuminazione elettrica. Apparecchiature elettriche cominciano ad essere largamente impiegate nella diagnostica medica e nella terapia.


 
Le trasmissioni radiofoniche cominciano negli anni ’20; quelle televisive iniziano alla fine degli anni ’30, ma solo in alcune località.

I primi collegamenti telefonici richiedono l’operatore, ma sono gradualmente rimpiazzati da centralini automatici.

Tram elettrici appaiono in molte città e si impiega l’elettricità in quasi tutte le nuove ferrovie.