sezione tematica

Radio rice-trasmissione e Macchina Enigma

 

A partire dal 2008 il Museo è entrato in contatto con l’Associazione Radioamatori Italiani, Sezione di Vigevano (A.R.I. Vigevano). Il 2 ottobre 2009 venne inaugurata la mostra temporanea “MARCONI09, comunicare senza fili: dai segnali ai suoni” nell’ambito delle celebrazioni per il centenario del conferimento del Premio Nobel per la Fisica a Guglielmo Marconi e a Karl Ferdinand Braun per il loro contributo allo sviluppo della telegrafia senza fili.

La proficua collaborazione ha portato anche all’allestimento di un’area espositiva tematica all’interno del museo, dedicata proprio alla radio rice-trasmissione, in cui sono esposti alcuni dispositivi in gran parte del periodo della Seconda Guerra Mondiale, provenienti dalla Collezione Sirti Spa.
 


 
Nella stessa area inoltre, grazie alla donazione di privati, sono esposti radio rice- trasmettitori che hanno fatto la storia proprio dell’attività radiantistica italiana, come gli apparati della Geloso.

Uno degli oggetti più preziosi e interessanti della collezione è la macchina Enigma. La storia di questa tecnologia è così ampia, complessa e interessante da aver ispirato lungometraggi, serie tv, saggi e romanzi; attorno a essa sono nate leggende e hanno gravitato personaggi di grande rilievo: uno su tutti, il matematico Alan Turing. Con il suo lavoro, Turing influenzò così profondamente lo sviluppo dell’informatica che oggi è considerato uno uno dei suoi padri fondatori.