sezione quattro

L’elettricità ovunque

 

L’elettricità è ormai disponibile in quasi tutte le case d’Europa, ma ci sono ancora parti del mondo dove non arriva.

Le reti di potenza coprono intere nazioni e attraversano i confini nazionali.
La maggior parte delle centrali elettriche impiega turbine che usano il vapore prodotto con combustibile fossile o nucleare.

Per l’illuminazione delle strade si usano lampade a scarica. Le lampade a fluorescenza, dapprima impiegate principalmente in ambienti pubblici e commerciali, cominciano ad essere impiegate in quelli domestici dopo la Seconda Guerra Mondiale.
 
 
 
I transistor e gli altri dispositivi a semi-conduttore, compresi i circuiti integrati, rivoluzionano le comunicazioni elettriche ed i sistemi di calcolo.
 

 
La “società dei consumi”, che prende avvio in questo periodo, si alimenta di elettricità ed è controllata dall’elettronica; inizia il processo di miniaturizzazione di tutti i dispositivi.

Alla fine del secolo i personal computer e i telefoni cellulari diventano prodotti di largo uso privato. Nelle case l’elettricità trova un crescente impiego, dallo spazzolino da denti ai sistemi di allarme.